Foja Tonda 2008 fra Stelle e Corone

vini_buoni

A Foja Tonda 2008 Terradeiforti Doc – Albino Aramani, vino ottenuto da uve autoctone Casetta, è stata assegnata la Stella d’Oro 2013 della Guida ViniBuoni d’Italia, rassegna annuale riservata esclusivamente ai vini ottenuti da vitigni autoctoni. Il riconoscimentofoja111 della guida edita dal Touring Club, è stato annunciato nei giorni scorsi dagli organizzatori insieme ad un’altra importante nomination. Il Foja Tonda 2008, oltre ad essersi meritato la Golden Star, infatti è stato selezionato fra i 500 vini in corsa per la Corona, il massimo riconoscimento attribuito dalla guida a quei vini che si distinguono “per l’assoluta espressione del vitigno e del territorio di appartenenza, per la gamma aromatica, per il corpo e per l’armonia. Vini di forte identità, capaci di emozionare”. Alle selezioni di quest’anno, presiedute da 25 commissioni regionali, erano stati ammessi 25 mila campioni, presentati da oltre 7000 aziende. Nella guida ne entreranno poco più di 1000, mentre sono poco più di 500 i vini selezionati per il gran finale che deciderà la Corona e che si svolgerà dal 26 al 28 luglio a Villa Toppo Florio a Buttrio (UD).

Da quest’anno, novità assoluta nel panorama delle guide italiane il giudizio finale sarà aperto anche alle valutazioni degli winelovers. Insomma, appassionati, giornalisti, professionisti, semplici curiosi e persino produttori, questa volta potranno prenotarsi alle degustazioni pubbliche previste nell’ambito dell’iniziativa “Le Corone oggi le decido anch’io”, scrivendo a fabiana@romanutti.itinfo@qbfvg.it. Gli stessi vini che saranno degustati dalle commissioni esaminatrici, infatti, saranno giudicati anche dai consumatori. Un bell’esempio di trasparenza e di apertura al mondo reale, che contribuirà alla trasparenza nella selezione dei migliori autoctoni italiani. Ma anche l’occasione per misurare la corrispondenza fra il giudizio dei consumatori e quello dei professionisti. La premiazione e la proclamazione delle Corone  avverrà, poi, sabato 28 luglio alle 18 sempre a Villa Toppo Florio. Appuntamento quindi, fra due settimane a Buttrio.

Siamo l'autore collettivo che raccoglie tutti gli autori di questo blog

Comments are closed.

Site Footer

Sliding Sidebar

About Us

About Us

Quattrocento anni nella vigna e una passione infinita per il vino. La storia della famiglia Armani e quella della viticoltura nella Valle dell’Adige, fra le province di Trento e Verona, procedono insieme, senza interruzione, da oltre 4 secoli. Oggi  “Albino Armani Viticoltori dal 1607” vuol dire territorio, anzi territori. La storica proprietà a Dolcè, in Valdadige, provincia di Verona, è affiancata da altre due tenute in Veneto: una a Marano nella Valpolicella Classica  e una in provincia di Treviso,  a San Polo di Piave, per la produzione di vini biodinamici, oltre alle due tenute in Trentino e Friuli. Le cinque cantine presidiano il territorio vinificando le uve dei vigneti circostanti. In ciascuna di esse il filo conduttore è un terroir capace di restituire ai vini i caratteri della zona di provenienza. Il quartier generale rimane a Dolcè, dove si può visitare anche la “Conservatoria” delle viti autoctone  in via di estinzione della Valdadige.