Amarone e Sauvignon: un mondo di soddifazioni

gold-mundus-vini I risultati del 12° concorso internazionale organizzato dall’Accademia del vino Mundus Vini, hanno premiato anche quest’anno la nostra azienda. Trattandosi di uno dei concorsi enologici più autorevoli nel mondo, condotto rigorosamente secondo le regole OIV, è difficile trattenere la soddisfazione. Fra Agosto e inizio settembre, oltre 300 giurati provenienti da 46 paesi, riuniti a Neustadt an der Weinstraße, in Germania,  hanno  assaggiato più di 6000 campioni di vino provenienti da tutto il mondo e ne hanno premiati poco più di 1800: 805 medaglie d’oro e 1033 medaglie d’argento.

Due le medaglie d’oro assegnate ad altettante etichette Albino Armani: Sauvignon Campo Napoleone 2011 e Amarone Albino Armani Doc 2007. Un punteggio di eccellenza, 84/100, anche per un nuova bottiglia della nostra produzione:  il metodo classico 823.

Per il Sauvignon Campo Napoleone si tratta di una conferma. I degustatori hanno riconosciuto di nuovo il valore di questo vino internazionale prodotto su un terroir particolarmente vocato della Valdadige veronese. Alla prova di degustazione, come è descritto dalla scheda tecnica del concorso, sono emersi i suoi caratteri spiccati di mineralità,  acidità e aromaticità, racchiusi nella visione di una complessa armoniosità capace di diventare equilibrio perfetto.

La medaglia d’oro assegnata all ‘Amarone Albino Armani 2007, invece riconosce perfettamente alla nostra bottiglia che nasce in Valpolicella, le caratteristiche che abbiamo cercato di valorizzare in questo vino: l’armonia e la complessità di sentori  e di sensazioni, necessarie per un vino di grande potenza come è l’Amarone, capace di esprimere con vigore la maturità del frutto.

Per il metodo classico 823, la nostra new entry di quest’anno, nessuna medaglia ma un un punteggio finale (84/100), che ci suggerisce di continuare su questa strada. La strada di un Blanc de Noir di montagna,  molto minerlae, dotato di una spiccata acidità ben compensata armoniosamente dalle sensazioni  equilibrate di pasticceria.

 

Scheda di valutazione Amarone Albino Armani 2007

Scheda di valutazione Sauvignon Campo Napoleone 2011

Scheda di valutazione 823 

Comments are closed.

Site Footer

Sliding Sidebar

About Us

About Us

Quattrocento anni nella vigna e una passione infinita per il vino. La storia della famiglia Armani e quella della viticoltura nella Valle dell’Adige, fra le province di Trento e Verona, procedono insieme, senza interruzione, da oltre 4 secoli. Oggi  “Albino Armani Viticoltori dal 1607” vuol dire territorio, anzi territori. La storica proprietà a Dolcè, in Valdadige, provincia di Verona, è affiancata da altre due tenute in Veneto: una a Marano nella Valpolicella Classica  e una in provincia di Treviso,  a San Polo di Piave, per la produzione di vini biodinamici, oltre alle due tenute in Trentino e Friuli. Le cinque cantine presidiano il territorio vinificando le uve dei vigneti circostanti. In ciascuna di esse il filo conduttore è un terroir capace di restituire ai vini i caratteri della zona di provenienza. Il quartier generale rimane a Dolcè, dove si può visitare anche la “Conservatoria” delle viti autoctone  in via di estinzione della Valdadige.