Sestri le Vins, il biologico dei due mari

sestrilevinsQuest’anno Vinnatur raddoppia. In attesa dell’appuntamento che ormai è diventato tradizione a Villa Favorita, il mondo del vino nautrale è sbarcato in Liguria. E’nella citta dei due mari, a Sestri Levante, infatti che dall’inizio del mese i nostri vini biologici di Casa Belfi, insieme a quelli di altri cinquanta produttori di Vinnatur, partecipano ad una serie di eventi, serate e degustazioni nei migliori locali della città. Nei giorni scorsi abbiamo partecipato ad un’iniziativa all’Osteria del Borgo e il prossimo 23 febbraio, di sabato, saremo al ristorante Dejà Vu. Tutto questo, come prologo a Sestri Le Vins, la manifestazione che si svolgerà domenica 24 e lunedì 25 negli spazi del convento dell’Annunziata, sempre nella città ligure. Si tratta di una sorta di Anteprima all’evento tradizionale della Favorita. Un’ulteriore occasione per incontrarsi, per degustare, ma anche per ragionare e dibattere attorno ai temi del vino naturale e del vino biologico.

Casa Belfi

Sestri le Vins

Vinnatur 1

Vinnatur 2

Calendario

—————————

 

.

Siamo l'autore collettivo che raccoglie tutti gli autori di questo blog

Comments are closed.

Site Footer

Sliding Sidebar

About Us

About Us

Quattrocento anni nella vigna e una passione infinita per il vino. La storia della famiglia Armani e quella della viticoltura nella Valle dell’Adige, fra le province di Trento e Verona, procedono insieme, senza interruzione, da oltre 4 secoli. Oggi  “Albino Armani Viticoltori dal 1607” vuol dire territorio, anzi territori. La storica proprietà a Dolcè, in Valdadige, provincia di Verona, è affiancata da altre due tenute in Veneto: una a Marano nella Valpolicella Classica  e una in provincia di Treviso,  a San Polo di Piave, per la produzione di vini biodinamici, oltre alle due tenute in Trentino e Friuli. Le cinque cantine presidiano il territorio vinificando le uve dei vigneti circostanti. In ciascuna di esse il filo conduttore è un terroir capace di restituire ai vini i caratteri della zona di provenienza. Il quartier generale rimane a Dolcè, dove si può visitare anche la “Conservatoria” delle viti autoctone  in via di estinzione della Valdadige.