Terre di incontri, di storia e di sapori

albino armani sapori e saperi

Soria e  Sapori” a Dolcè, in Val d’Adige – TerradeiForti, e “Terra di Incontri”  a San Floriano, in Valpolicella. Sono i due appuntamenti in corso in queste ore in cui è presente anche Albino Armani. Per raccontare la testimonianza di un’azienda partecipe e protagonista del territorio. A Dolcè, corti e cantine aperte, per una festa collettiva che riscopre le tradizioni e la trama quotidiana del vivere insieme. A San Floriano, il confronto fra antichi saperi e nuove tecnologie, a cura dell’Associazione Terra Viva. Occhio puntato sulle produzioni biologiche e sulle coltivazioni sostenibili. Nel pomeriggio la case history del Foja Tonda, vitigno autoctono fra tradizione, marketing e nuove prospettive di mercato.

 

967253_532811010108792_623308994_o

Siamo l'autore collettivo che raccoglie tutti gli autori di questo blog

Comments are closed.

Site Footer

Sliding Sidebar

About Us

About Us

Quattrocento anni nella vigna e una passione infinita per il vino. La storia della famiglia Armani e quella della viticoltura nella Valle dell’Adige, fra le province di Trento e Verona, procedono insieme, senza interruzione, da oltre 4 secoli. Oggi  “Albino Armani Viticoltori dal 1607” vuol dire territorio, anzi territori. La storica proprietà a Dolcè, in Valdadige, provincia di Verona, è affiancata da altre due tenute in Veneto: una a Marano nella Valpolicella Classica  e una in provincia di Treviso,  a San Polo di Piave, per la produzione di vini biodinamici, oltre alle due tenute in Trentino e Friuli. Le cinque cantine presidiano il territorio vinificando le uve dei vigneti circostanti. In ciascuna di esse il filo conduttore è un terroir capace di restituire ai vini i caratteri della zona di provenienza. Il quartier generale rimane a Dolcè, dove si può visitare anche la “Conservatoria” delle viti autoctone  in via di estinzione della Valdadige.