Polpo saltato su polenta e Chardonnay Trentino Doc Io Domenico Armani

banner10io

di Alessandra Prizzon (gustosamenteinsieme.blogspot.com)  – Non è affatto una ricetta banale, la sua semplicità la rende intrigante e poi ha il grande vantaggio che a seconda della quantità servita può essere un simpatico finger food, un’antipasto oppure un secondo.

I suoi ingredienti, saporiti ma sempre bilanciati tra loro si sposano a meraviglia con lo Chardonnay Trentino Doc – Io Domenico Armani, fresco e morbido, ma persistente.

Un piatto dalle caratteristiche estive per la presenza della rucola, ma nello stesso tempo anche no, visto che ormai si trova tutto l’anno e la presenza della polenta lo rende gradevole anche in altre stagioni.

Ingredienti per 6-8 persone

1,3 kg circa di polo

1 cipolla

1 carota

1 pezzo di gambo di sedano

1 foglia di alloro

mezzo bicchiere di vino bianco

2 spicchi d’aglio

olio extravergine d’oliva

12/16 fette di polenta gialla tagliate alte circa 1,5 cm

sale

Per la salsa

120 gr di rucola

30 gr di capperi di Salina

50 gr di carciofi sotto’olio

80 gr di prezzemolo

olio extravergine d’oliva

Preparate in una pentola capiente il liquido dove verrà cotto il polpo (o i polpi) mettendo nell’acqua fredda la cipolla, la carota, il sedano mondati, la foglia di alloro ed il vino senza salare.

Immergete a freddo il polpo, che dovrà essere coperto dal liquido, accendete il fuoco e fate cuocere, sobbollendo, per 2 ore a pentola coperta; una volta cotto, fatelo intiepidire lasciandolo nel liquido.

Spellate il polpo e tagliatelo a pezzi non tanto grandi.

Mentre cuoce il polpo preparate la salsa mettendo nel frullatore o nel mixer tutti gli ingredienti (con l’accortezza di lavare dal sale i capperi), aggiungendo l’olio extravergine d’oliva un po’ alla volta fino ad ottenere una salsa cremosa, ma non liquida.

Mettete a grigliare su una placca da forno le fette di polenta; nel frattempo scaldate in una padella 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva con gli spicchi d’aglio spellati e interi, quindi mettete a saltare velocemente il polpo tagliato, sale q.b

Distribuite sulle fette di polenta grigliate la salsa, quindi il polpo saltato e servite.

P.s. per chi desidera farsi la polenta invece che acquistarla in gastronomia già pronta bastano 330 gr di farina gialla di granoturco, 1,5 litro d’acqua, 1 cucchiaio d’olio extravergine d’oliva, sale.

Versate la farina a pioggia nell’acqua bollente, salata e a cui avrete aggiunto l’olio. Mescolate in continuazione, man mano che versate la polenta con una frusta e continuate per qualche minuto, quindi abbassate il fuoco e fate cuocere per 45 minuti circa, finché la polenta si stacca dalla pentola, continuando a mescolare ad intervalli brevi.

Versate la polenta cotta su una placca da forno, livellatela e fatela raffreddare per poi tagliarla a vostro piacere.

Abbinamento: CHARDONNAY TRENTINO DOC – IO DOMENICO ARMANI

Ricetta e abbinamento a cura di Alessandra Prizzon

(E-mail: gustosamenteinsieme@gmail.com – Web: gustosamenteinsieme.blogspot – www.dicibodivino.com)

——————————————-

ioarmani_chtrentinoChardonnay Trentino Doc – Io Domenico Armani

Zona di produzione: Vallagarina e Valle dell’Adige in Trentino
Vitigno: Chardonnay 100%,con le migliori selezioni trentine.
Composizione suolo: Prevalenza di sasso dolomitico calcareo, a volte morenico.
Vigneto, sistema d’allevamento e principali interventi colturali:Guyot e Pergoletta trentina, gestite con potature rigorose e con precisi interventi sulla vegetazione per il controllo della produzione. Lotta integrata contro i parassiti e gestione del suolo nel rispetto dell’ambiente.
Vendemmia: Manuale dalla metà di settembre
Vinificazione: Breve macerazione a freddo delle uve, spremitura frazionata in presse soffici a polmone d’aria. Fermentazione a temperatura controllata in acciaio e una piccola frazione in legno grande. Affinamento sulle fecce fini e imbottigliamento in primavera. Profilo sensoriale: Colore giallo con riflessi verdi, bouquet fruttato di agrumi e mela gialla. Al palato si presenta fresco e morbido, dotato di un’elegante aromaticità e persistenza.
Conservazione: A bottiglia in piedi quando se ne prevede il consumo entro tempi brevi. Contrariamente si consiglia di mantenere la bottiglia coricata, a temperatura il più possibile vicina ai 16 – 18°C. ed al buio.
Bottiglia e contenuto: Bordolese da 0,75 lt.
Confezionamento: Scatola contenente 6 bottiglie poste verticalmente.(12 per il mercato U.S.A.)
Abbinamento consigliato: Ottimo da solo, si abbina bene alla cucina marinara, crostacei e molluschi in particolare, alle carni bianche e agli sformati di verdura.
Temperatura di servizio 10-12° C.

Site Footer

Sliding Sidebar

About Us

About Us

L’azienda Albino Armani vanta una tradizione enologica familiare ultrasecolare. Al 1607 risalgono le prime testimonianze di proprietà di vigneti. Oggi il complesso progetto vitivinicolo è distribuito su tre regioni per un totale di 230 ettari in veneto, Trentino e Friuli. Dal 1962 il nucleo strategico è a Dolcè, nella parte meridionale della Valdadige, valle glaciale caratterizzata da una forte identità. Il forte legame col territorio che rischia di perdere i suoi antichi vitigni, è lo spirito guida del nostro lavoro. Per questo i nostri vini sono grandi descrittori delle terre in cui nascono: bianchi freschi e floreali, frutto di forti escursioni termiche e ventilazione costante e rossi dal carattere originale, freschi ma al contempo complessi.