La Tignola di seconda generazione – Rilievi del 2 agosto

Nella mappa vengono riporti i risultati dei rilievi eseguiti su seconda generazione delle tignole della vite in data 02 agosto 2013.
In rosso le % di grappoli colpiti da tignole su 250 grappoli osservati nei diversi punti di rilievo.
tignola 2 agosto 2013La situazione è molto buona grazie anche al trattamento integrativo fatto da molte aziende sulla seconda generazione.
Sui testimoni non trattati, fuori area confusione, la densità di popolazione è consistente tanto da raggiungere il 77 % di grappoli colpiti.
Per i prossimi giorni è prevista la ripresa del volo degli adulti di terza generazione ma all’interno dell’area a confusione si consiglia di non intervenire con trattamenti insetticidi sulla terza generazione.

Il bollettino in formato pdf

 

Siamo l'autore collettivo che raccoglie tutti gli autori di questo blog

Comments are closed.

Site Footer

Sliding Sidebar

About Us

About Us

Quattrocento anni nella vigna e una passione infinita per il vino. La storia della famiglia Armani e quella della viticoltura nella Valle dell’Adige, fra le province di Trento e Verona, procedono insieme, senza interruzione, da oltre 4 secoli. Oggi  “Albino Armani Viticoltori dal 1607” vuol dire territorio, anzi territori. La storica proprietà a Dolcè, in Valdadige, provincia di Verona, è affiancata da altre due tenute in Veneto: una a Marano nella Valpolicella Classica  e una in provincia di Treviso,  a San Polo di Piave, per la produzione di vini biodinamici, oltre alle due tenute in Trentino e Friuli. Le cinque cantine presidiano il territorio vinificando le uve dei vigneti circostanti. In ciascuna di esse il filo conduttore è un terroir capace di restituire ai vini i caratteri della zona di provenienza. Il quartier generale rimane a Dolcè, dove si può visitare anche la “Conservatoria” delle viti autoctone  in via di estinzione della Valdadige.