Una nuova vigna di Pinot Grigio a Sequals

lavori impianto (1)

Un mese circa dopo la vendemmia hanno avuto inizio i lavori per la realizzazione del nuovo impianto di Pinot Grigio nell’azienda di Sequals.

Una volta messe a nudo e tagliate le viti di Sauvignon e Cabernet Franc, rimossi i pali e i fili di sostegno, ed estratte le radici ci siamo trovati a campo libero.

Da qui i primi lavori per la realizzazione del nuovo impianto: la tracciatura satellitare e la messa in posa dell’impianto di irrigazione, il tutto realizzato dal gruppo Irrigazione Veneta.

Successivamente sono iniziati i lavori di preparazione e sistemazione del terreno. Ad oggi abbiamo effettuato una concimazione con digestato, sottoprodotto del processo di digestione anaerobica ricco di elementi nutritivi per il terreno. A seguire la rippatura per lo sgretolamento del terreno e la rottura delle suole di lavorazione e un’aratura con aratro trivomere voltaorecchio per rendere il terreno soffice e interrare il digestato.

E questo 蠳olo l’inizio di un lungo percorso che porterࠩ primi grappoli a vinificazione tra ben 3 anni!

Comments are closed.

Site Footer

Sliding Sidebar

About Us

About Us

Quattrocento anni nella vigna e una passione infinita per il vino. La storia della famiglia Armani e quella della viticoltura nella Valle dell’Adige, fra le province di Trento e Verona, procedono insieme, senza interruzione, da oltre 4 secoli. Oggi  “Albino Armani Viticoltori dal 1607” vuol dire territorio, anzi territori. La storica proprietà a Dolcè, in Valdadige, provincia di Verona, è affiancata da altre due tenute in Veneto: una a Marano nella Valpolicella Classica  e una in provincia di Treviso,  a San Polo di Piave, per la produzione di vini biodinamici, oltre alle due tenute in Trentino e Friuli. Le cinque cantine presidiano il territorio vinificando le uve dei vigneti circostanti. In ciascuna di esse il filo conduttore è un terroir capace di restituire ai vini i caratteri della zona di provenienza. Il quartier generale rimane a Dolcè, dove si può visitare anche la “Conservatoria” delle viti autoctone  in via di estinzione della Valdadige.