Amarone Albino Armani, Amarone Slow Wine

Senza titolo-1

 

L’Amarone Albino Armani 2010 entra nella TOP12 di SLOW WINE MAGAZINE! Grazie SLOW WINE!

Mette subito in mostra una ricercata
armonia tra le varie componenti dolci:
all’olfatto, così come al gusto, si fondono
bene le note di liquirizia dolce (la
rondella Haribo del cinema), un bel frutto
carnoso e una leggera nota tostata.
Questo profilo dolce non difetta comunque
di acidità e freschezza, e quindi il
vino scorre al palato senza intoppi.

– Scarica gratuitamente Slow Wine Magazine

Tiziano Bianchi, giornalista e wine blogger, collabora con la redazione di questo blog

Site Footer

Sliding Sidebar

About Us

About Us

Quattrocento anni nella vigna e una passione infinita per il vino. La storia della famiglia Armani e quella della viticoltura nella Valle dell’Adige, fra le province di Trento e Verona, procedono insieme, senza interruzione, da oltre 4 secoli. Oggi  “Albino Armani Viticoltori dal 1607” vuol dire territorio, anzi territori. La storica proprietà a Dolcè, in Valdadige, provincia di Verona, è affiancata da altre due tenute in Veneto: una a Marano nella Valpolicella Classica  e una in provincia di Treviso,  a San Polo di Piave, per la produzione di vini biodinamici, oltre alle due tenute in Trentino e Friuli. Le cinque cantine presidiano il territorio vinificando le uve dei vigneti circostanti. In ciascuna di esse il filo conduttore è un terroir capace di restituire ai vini i caratteri della zona di provenienza. Il quartier generale rimane a Dolcè, dove si può visitare anche la “Conservatoria” delle viti autoctone  in via di estinzione della Valdadige.