Nera dei Baisi

831
Un piccolo vigneto curato come un giardino proprio all’entrata della nostra azienda, accoglie il visitatore: è la Conservatoria, il luogo della memoria viticola della nostra terra. Vi sono allevate con cura 13 varietà di vite in via di estinzione che fino a qualche decennio fa costituivano per buona parte il patrimonio viticolo della Vallagarina.
Fra queste la Nera dei Baisi.

PROFILO SENSORIALE: Colore rosso rubino brillante e profumi intensi di fragola, mora e lampone molto maturi. In bocca è fresco e fragrante, setoso, completamente privo di tannicità,
di grandissima beva, con alcolicità misurata ed acidità equilibrata.
ABBINAMENTI CONSIGLIATI: La Nera dei Baisi è un vino antico e particolarissimo. Lasciamo a voi il compito di indicare il miglior abbinamento gastronomico per questo vino. Noi pensiamo che sia il compagno ideale della buona tavola di tutti i giorni.
ALCOL: 12,5% vol.
TEMPERATURA DI SERVIZIO: 17°- 18° C.
ZONA DI PRODUZIONE: Vigneto di 0,5 ettari nella Vallagarina Veronese, a Dolcè (VR).
VITIGNO: Nera dei Baisi in purezza (vitigno in attesa di registrazione).
COMPOSIZIONE DEL SUOLO: Terreno alluvionale ai bordi del fiume Adige.
VIGNETO-SISTEMA DI ALLEVAMENTO: Spalliera con potatura a guyot.
VENDEMMIA: Totalmente manuale in cassette, con selezione in vigna, nella seconda metà di Settembre.
VINIFICAZIONE: Pigiatura, diraspatura e carico in tonneaux aperti. Tre volte al giorno, nel corso della fermentazione, vengono effettuate delle follature manuali (affondamento delle vinacce nel mosto). Dopo la svinatura il vino è posto in botti di legno, dove effettua la fermentazione malolattica e matura per 10 mesi .
AFFINAMENTO: Sei mesi in bottiglia.

Link

Tiziano Bianchi, giornalista e wine blogger, collabora con la redazione di questo blog

Comments are closed.

Site Footer

Sliding Sidebar

About Us

About Us

Quattrocento anni nella vigna e una passione infinita per il vino. La storia della famiglia Armani e quella della viticoltura nella Valle dell’Adige, fra le province di Trento e Verona, procedono insieme, senza interruzione, da oltre 4 secoli. Oggi  “Albino Armani Viticoltori dal 1607” vuol dire territorio, anzi territori. La storica proprietà a Dolcè, in Valdadige, provincia di Verona, è affiancata da altre due tenute in Veneto: una a Marano nella Valpolicella Classica  e una in provincia di Treviso,  a San Polo di Piave, per la produzione di vini biodinamici, oltre alle due tenute in Trentino e Friuli. Le cinque cantine presidiano il territorio vinificando le uve dei vigneti circostanti. In ciascuna di esse il filo conduttore è un terroir capace di restituire ai vini i caratteri della zona di provenienza. Il quartier generale rimane a Dolcè, dove si può visitare anche la “Conservatoria” delle viti autoctone  in via di estinzione della Valdadige.