Gualtiero Bertelli per Albino Armani 1607

1437268443

Gualtiero Bertelli, l’autore di una delle più belle ballate d’amore del Novecento: Nina te te ricordi, venerdì sera canterà in TerradeiForti e per la Terradeiforti.

SKYWINE – Quaderni di Viticultura, ha voluto affidare alle parole e alla fisarmonica del cantautore veneziano, il tag #territoriocheresiste. Da oltre 40 anni Bertelli è il narratore in lingua veneta (anzi veneziana) dei cambiamenti e dell’attualità che attraversano il suo territorio, con un approccio che inserisce il contesto geografico dentro le più grandi dinamiche della società contemporanea. Sono parole e una voce, quelle di Bertelli, che, pur rivendicando una fortissima appartenenza identitaria e di territorio, sanno dialogare con il mondo e con la contemporaneità.

E’ un po’ questo quello che SKYWINE sta cercando di costruire anche in Terradeiforti, il comprensorio vinicolo che comprende tre comuni veneti (Rivoli, Dolcè e Brentino Belluno, e un comune Trentino (Avio). Il recupero e il rilancio in chiave moderna e dialogante con il mercato di una tradizione vinicola che passa per due grandi autoctoni identitari (Casetta – Foja Tonda e Enantio – Foja Frastaglia). Le parole, la voce e la fisarmonica dell’amico Gualtiero Bertelli ci aiuteranno a scoprire l’orgoglio per un’identità territoriale, quella della Valdadige Terradeiforti, che ha voglia di misurarsi con il mondo e con le sue contraddizioni.

Ore 21, Vinoteca della Cantina Albino Armani 1607 – Località Ceradello Dolcè (VR) Seguirà degustazione di vini Terradeiforti abbinati ad un orzotto al radicchio e ai formaggi del Caseificio sociale di Sabbionara: tutti ingredienti rigorosamente provenienti da aziende dell’area Baldense.

Ingresso libero.

https://tackk.com/h2dfak

info@skywine.it

www.skywine.it

Siamo l'autore collettivo che raccoglie tutti gli autori di questo blog

Comments are closed.

Site Footer

Sliding Sidebar

About Us

About Us

L’azienda Albino Armani vanta una tradizione enologica familiare ultrasecolare. Al 1607 risalgono le prime testimonianze di proprietà di vigneti. Oggi il complesso progetto vitivinicolo è distribuito su tre regioni per un totale di 230 ettari in veneto, Trentino e Friuli. Dal 1962 il nucleo strategico è a Dolcè, nella parte meridionale della Valdadige, valle glaciale caratterizzata da una forte identità. Il forte legame col territorio che rischia di perdere i suoi antichi vitigni, è lo spirito guida del nostro lavoro. Per questo i nostri vini sono grandi descrittori delle terre in cui nascono: bianchi freschi e floreali, frutto di forti escursioni termiche e ventilazione costante e rossi dal carattere originale, freschi ma al contempo complessi.