L’ARCHEOVITE DELLA TERRA DEI FORTI SI MOLTIPLICA

Dopo il recupero dei migliori biotipi delle varietà autoctone Foja Tonda ed Enantio, autentici scrigni della Valdadige, di cui si è parlato a lungo anche nell’ambito di Expo 2015, Albino Armani ha proseguito con il lavoro di recupero e valorizzazione dei vigneti secolari in Terra dei Forti. Dopo aver monitorato, con periodici controlli in campo e in laboratorio, l’andamento della maturazione dei grappoli di Enantio nel mese di settembre 2015, si sono individuati i ceppi che mostravano la migliore qualità

Continue Reading

In Valdadige la tignola è stata sconfitta

Nella trappole collocate in campo per la cattura dei maschi delle tignole della vite, collocate nelle aree non protette dalla tecnica della confusione sessuale, già si contano i primi adulti di seconda generazione (vedi foto 1 e 2). Ben diversamente si presenta la situazione tra i vigneti in cui si è adottata la lotta alle tignole con i presidi ferormonici (vedi foto 3), nei quali non si è rinvenuta traccia di adulti e come mostrano anche le approfondite indagini condotte dal dottor Marchesini di

Continue Reading

Appunti agrari

di Enzo Corazzina – Si è conclusa da tempo la vendemmia 2014 e per le vinificazioni mancano all’appello solo le pregiate uve della Valpolicella, che stanno appassendo nei nostri fruttai di Marano, in attesa di essere pigiate per la produzione dell’Amarone, indicativamente a metà dicembre. E’ tempo di bilanci e di riflessioni sull’annata che si sta concludendo. Il 2014 nei vigneti Annata molto particolare, in quanto fino alla fine di giugno si era caratterizzata per l’andamento climatico eccezionalmente positivo, sia

Continue Reading

LA VAL D’ADIGE E LA LOTTA SOSTENIBILE

confusione sessuale - Val d'Adige 2014

  [Bollettino n° 1] –  a cura di Enzo Corazzina   Area a confusione   Nel 2013 l’area a confusione era di circa 100 ha nella zona sinistra Adige, nei dintorni di Ossenigo. Nel 2014 l’area a confusione si è allargata, raggiungendo circa 280 ha, nella zona destra Adige con i vigneti di Belluno Veronese fino al confine con la provincia di Trento.   Monitoraggio degli adulti di tignoletta della vite (Lobesia botrana)   – Fuori aree a confusione “trappole

Continue Reading

L’esperienza di una viticoltura sensibile

di Enzo Corazzina – Un Piano di ristrutturazione dei vigneti, che negli ultimi dodici anni ha interessato oltre il 65 % dell’intera superficie aziendale, con la trasformazione del vecchio sistema di allevamento a pergola trentina doppia in moderne e funzionali spalliere; l’acquisto di macchine irroratrici innovative, in grado di distribuire l’agrofarmaco sulla chioma solo nelle zone interessate e limitando l’effetto deriva nell’atmosfera, adozione della lotta integrata puntando sulla massima prevenzione agronomica e sulla scelta dei soli agrofarmaci compresi nello specifico disciplinare regionale,

Continue Reading

Confusione sessuale in Val d’Adige: e ora tocca ai contadini!

di Enzo Corazzina – I diffusori del ferormone per la confusione sessuale, questa mattina sono arrivati finalmente anche nelle campagne di Ossenigo, a Dolcè.  Stamane i tecnici hanno spiegato ai viticoltori della Val d’Adige le modalità di una corretta applicazione dei diffusori sulle viti, per l’adozione del metodo di lotta alla tignola della vite, conosciuto come confusione sessuale. In tutti i vigneti coinvolti nel progetto si procederà entro Pasqua ad applicare questi dispositivi in ragione di circa 500 diffusori per ettaro. E’

Continue Reading

Riduciamo i pesticidi

di Enzo Corazzina – Il metodo di lotta biologica conosciuto come “confusione sessuale”, detto anche di disorientamento, per il controllo della tignola e della tignoletta della vite, consiste nell’applicazione di 350-500 diffusori per ettaro di vigneto, in funzione della forma di allevamento e delle distanze di impianto, contenenti ferormone, sostanza che simulando gli odori emessi dalla femmina della tignola, evita l’accoppiamento, quindi anche la presenza di uova e delle dannose larvette, di queste temibili farfalline. Dopo anni di sperimentazioni condotte

Continue Reading

Il vino biologico e Casa Belfi

di Enzo Corazzina – L’8 marzo sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, è stato pubblicato il regolamento di esecuzione n. 203/2012 della Commissione, in ordine alle modalità di applicazione relative alla produzione di vino biologico. Sin dal 1991 si attendeva questa decisione, giunta buona ultima dopo le varie approvazione che hanno regolamento tutti gli altri prodotti agroalimentari europei, dai formaggi ai salumi, dai pesci alle carni, fino ai fermentati di frutta, tipo quelli di ciliegie e di ribes diffusi nel nord

Continue Reading

Site Footer

Sliding Sidebar

About Us

About Us

Quattrocento anni nella vigna e una passione infinita per il vino. La storia della famiglia Armani e quella della viticoltura nella Valle dell’Adige, fra le province di Trento e Verona, procedono insieme, senza interruzione, da oltre 4 secoli. Oggi  “Albino Armani Viticoltori dal 1607” vuol dire territorio, anzi territori. La storica proprietà a Dolcè, in Valdadige, provincia di Verona, è affiancata da altre due tenute in Veneto: una a Marano nella Valpolicella Classica  e una in provincia di Treviso,  a San Polo di Piave, per la produzione di vini biodinamici, oltre alle due tenute in Trentino e Friuli. Le cinque cantine presidiano il territorio vinificando le uve dei vigneti circostanti. In ciascuna di esse il filo conduttore è un terroir capace di restituire ai vini i caratteri della zona di provenienza. Il quartier generale rimane a Dolcè, dove si può visitare anche la “Conservatoria” delle viti autoctone  in via di estinzione della Valdadige.