SOAVEMENTE CUSLANUS 2008

  Albino Armani Amarone della Valpolicella Cl. Cuslanus 2008 – Molto intrigante nei profumi, con note balsamiche di erbe mediterranee, caffe,  piccoli frutti rossi.  Ha una beva piacevolissima, con una progressione ampia e avvolgente, dai bei tannini setosi. Su Soavemente Wine Blog le note di degustazione del nostro Amarone Classico Cuslanus 2008 firmate da Maria Grazia Melegari, che lo ha assaggiato durante le giornate di Anteprima Amarone 2012. Grazie Maria Grazia!

Amarone cinese…

di Egle Capilupi – I nostri Amarone piacciono anche a Hong Kong. Qualche giorno fa sulla rivista Ming Pao Weekly è stata pubblicata una recensione sui nostri due Amarone, Cuslanus e Albino Armani, firmata da mister Ronny Lau, un dei giornalisti di settore che abbiamo incontrato a Verona ad Anteprima Amarone 2009.  

Amarone Cuslanus secondo Roberto Gatti

E’ apparsa nei giorni scorsi su Winetaste la degustazione comparata fra gli Amarone 2009 disponibili ad Antemprima Amarone. Ecco qui il nostro Amarano Cuslanus secondo le note tecniche del Sommelier Roberto Gatti: “Albino Armani, Amarone della Valpolicella Classico “Cuslanus” (disponibile da dicembre 2013): Granato luminoso di buona intensità. Di buona eleganza, sentori di castagne, discreta intensità olfattiva. Media struttura, elegante, fresco, note balsamiche, asciutto, buona persistenza. 87-88/10”.   –  Winetaste

Amarone Albino Armani e Amarone Cuslanus secondo Michela Pierallini

Vi invitiamo a leggere la recensione che la wine blogger toscana Michela Pierallini ha riservato ai nostri due Amarone sul sito Winning. E’ bello sapere che le nostre uve e le nostre bottiglie sono capaci di trasmettere emozioni ed evocare ricordi. – Amarone Albino Armani 2009 – Amarone della Valpolicella Albino Armani (campione di botte). Al naso mi ricorda il cabernet franc, che mi piace molto. E’ distinto, spicca la sua personalità, è un tipo che non lascia fraintendimenti e

Continue Reading

Site Footer

Sliding Sidebar

About Us

About Us

L’azienda Albino Armani vanta una tradizione enologica familiare ultrasecolare. Al 1607 risalgono le prime testimonianze di proprietà di vigneti. Oggi il complesso progetto vitivinicolo è distribuito su tre regioni per un totale di 230 ettari in veneto, Trentino e Friuli. Dal 1962 il nucleo strategico è a Dolcè, nella parte meridionale della Valdadige, valle glaciale caratterizzata da una forte identità. Il forte legame col territorio che rischia di perdere i suoi antichi vitigni, è lo spirito guida del nostro lavoro. Per questo i nostri vini sono grandi descrittori delle terre in cui nascono: bianchi freschi e floreali, frutto di forti escursioni termiche e ventilazione costante e rossi dal carattere originale, freschi ma al contempo complessi.