TERRADEIFORTI2015

Anche Albino Armani 1607 partecipa alla rassegna TERRADEIFORTI2015, l’iniziativa organizzata da SKYWINE – Quaderni di Viticoltura in collaborazione con le amministrazioni comunali di Dolcè, Brentino Belluno e Avio, la Strada del Vino e dei Sapori della Terra dei Forti e i comitati Storia e Sapori, Corteggiando in Valdadige e Uva e Dintorni. Qui il programma e tutte le informazioni!

Un vino di confine

Un cippo in pietra delimita il vecchio confine fra Impero Austro-Ungarico e Regno d’Italia. E’ collocato nel nostro vigneto secolare franco di piede di Ambrosca, a Borghetto. Un archeo vigneto e un vino della tradizione per il futuro? Ecco una galleria di immagini scattate a maggio 2015 durante una visita al vigneto con un gruppo di amici    

Scene da un matrimonio, il monte Baldo incontra il lago di Garda

Ci sono voluti mesi, anzi anni, di lavoro, di sottili e persuasive tessiture diplomatiche, ma finalmente la partnership fra il consorzio TerradeiForti e il mondo del vino gardesano ha cominciato a dare i primi frutti. Questa mattina nella sala Civica di Lazise, in contemporanea ad Anteprima Bardolino e Chiaretto che si sta svolgendo alla Dogana Veneta,  lì a due passi, i produttori della Doc TerradeiForti hanno presentato le loro etichette di Casetta   (Foja Tonda) e di Enantio (Lambrusca a foglia

Continue Reading

La TerradeiForti incontra il monte Baldo e il lago Garda

Banco d’assaggio dell’Enantio e del Casetta in riva al Garda in concomitanza con l’Anteprima del Bardolino e del Chiaretto dell’annata 2012: nasce una partnership tra i due consorzi di tutela nel nome della comune appartenenza al territorio del monte Baldo e della fedeltà ai vitigni storici del Giardino botanico d’Europa. comunicato stampa – I vini della Terradeiforti, piccola area vinicola di confine tra Verona e Trento, si presentano in un inedito Banco d’Assaggio domenica 17 marzo, dalle ore 10 alle

Continue Reading

Suggestioni baldensi al Salone del Gusto di Torino

di Tiziano Bianchi – Il discorso era cominciato parecchi mesi fa. Durante l’estate – ricordo uno splendido pranzo sull’altrettanto splendida terrazza fronte lago del ristorante Vecchia Malcesine con Albino Armani e Angelo Peretti – questo tema lo abbiamo affrontato da tanti punti di vista. Non sempre concordanti ed è bene dirlo. Il tema però è di quelli di estremo interesse al fine di definire, come crediamo sia necessario, un abbozzo di prospettiva credibile all’agroalimentare del Basso Trentino e dell’Alto Veneto.

Continue Reading

Site Footer

Sliding Sidebar

About Us

About Us

Quattrocento anni nella vigna e una passione infinita per il vino. La storia della famiglia Armani e quella della viticoltura nella Valle dell’Adige, fra le province di Trento e Verona, procedono insieme, senza interruzione, da oltre 4 secoli. Oggi  “Albino Armani Viticoltori dal 1607” vuol dire territorio, anzi territori. La storica proprietà a Dolcè, in Valdadige, provincia di Verona, è affiancata da altre due tenute in Veneto: una a Marano nella Valpolicella Classica  e una in provincia di Treviso,  a San Polo di Piave, per la produzione di vini biodinamici, oltre alle due tenute in Trentino e Friuli. Le cinque cantine presidiano il territorio vinificando le uve dei vigneti circostanti. In ciascuna di esse il filo conduttore è un terroir capace di restituire ai vini i caratteri della zona di provenienza. Il quartier generale rimane a Dolcè, dove si può visitare anche la “Conservatoria” delle viti autoctone  in via di estinzione della Valdadige.