La lentezza del vino biologico alla Favorita

maurizio donadi favorita

di Albino Armani -Sì sono aperti da pochi minuti i saloni di Villa Favorita, a Vicenza. Sta andando in scena la mostra del vino biologico italiano. I visitatori cominciano ad arrivare piano, la lentezza è la misura di questo vino che segue il ritmo fragile, ma ostinato, della natura. E così anche l’umanità delle donne e degli uomini che si avvicinano al vino naturale, è un umanità lenta, che arriva piano. Che indugia. Che si sofferma. Nessuna frenesia,  nessuna fretta.

Continue Reading

Site Footer

Sliding Sidebar

About Us

About Us

L’azienda Albino Armani vanta una tradizione enologica familiare ultrasecolare. Al 1607 risalgono le prime testimonianze di proprietà di vigneti. Oggi il complesso progetto vitivinicolo è distribuito su tre regioni per un totale di 230 ettari in veneto, Trentino e Friuli. Dal 1962 il nucleo strategico è a Dolcè, nella parte meridionale della Valdadige, valle glaciale caratterizzata da una forte identità. Il forte legame col territorio che rischia di perdere i suoi antichi vitigni, è lo spirito guida del nostro lavoro. Per questo i nostri vini sono grandi descrittori delle terre in cui nascono: bianchi freschi e floreali, frutto di forti escursioni termiche e ventilazione costante e rossi dal carattere originale, freschi ma al contempo complessi.