L’Amarone d’oro di Mundus Vini

di Albino Armani – Ci è stato comunicato ieri il responso della commissione dei giurati di Mundus Vini, uno dei più accreditati concorsi enologici mondiali. La degustazione si è svolta in Germania qualche settimana fa. Ebbene, il vino che avevamo presentato: Amarone 2008 della Valpolicella Doc Albino Armani 1607 – si è meritato la Medaglia d’oro del Concorso. In un concorso che attribuisce riconoscimento solo al 40 % dei campioni presentati e provenienti da tutto il mondo. Al nostro Amarone sono state

Continue Reading

Napoleone conquista Shanghai

Il nostro Sauvignon Blanc Campo Napoleone, si è guadagnato sul campo i gradi per una trasferta d’eccezione a Shanghai. La medaglia d’oro ricevuta al concorso internazionale Mundus Vini ha consentito alla nostra bottiglia di Sauvignon 2011 di partecipare di diritto a Prowein tasting zone a Shanghai dal 14 al 16 novembre. La campagna d’oriente… è appena cominciata!

Amarone e Sauvignon: un mondo di soddifazioni

I risultati del 12° concorso internazionale organizzato dall’Accademia del vino Mundus Vini, hanno premiato anche quest’anno la nostra azienda. Trattandosi di uno dei concorsi enologici più autorevoli nel mondo, condotto rigorosamente secondo le regole OIV, è difficile trattenere la soddisfazione. Fra Agosto e inizio settembre, oltre 300 giurati provenienti da 46 paesi, riuniti a Neustadt an der Weinstraße, in Germania,  hanno  assaggiato più di 6000 campioni di vino provenienti da tutto il mondo e ne hanno premiati poco più di

Continue Reading

Site Footer

Sliding Sidebar

About Us

About Us

Quattrocento anni nella vigna e una passione infinita per il vino. La storia della famiglia Armani e quella della viticoltura nella Valle dell’Adige, fra le province di Trento e Verona, procedono insieme, senza interruzione, da oltre 4 secoli. Oggi  “Albino Armani Viticoltori dal 1607” vuol dire territorio, anzi territori. La storica proprietà a Dolcè, in Valdadige, provincia di Verona, è affiancata da altre due tenute in Veneto: una a Marano nella Valpolicella Classica  e una in provincia di Treviso,  a San Polo di Piave, per la produzione di vini biodinamici, oltre alle due tenute in Trentino e Friuli. Le cinque cantine presidiano il territorio vinificando le uve dei vigneti circostanti. In ciascuna di esse il filo conduttore è un terroir capace di restituire ai vini i caratteri della zona di provenienza. Il quartier generale rimane a Dolcè, dove si può visitare anche la “Conservatoria” delle viti autoctone  in via di estinzione della Valdadige.