Alessandro Daldoss parte per Sochi. Albino Armani 1607 è con lui

Quando ci racconta che “schiantarsi contro le porte dello slalom, non è proprio una bella esperienza” e che preferisce di gran lunga le gare di discesa libera, perché “la velocità non mi ha mai fatto paura”, beh, quando Alessandro Daldoss – appena laureatosi campione del mondo Ipc di sci alpino categoria Visually Impaired grazie al piazzamento nella supercombinata di Tarvisio –, con allegra disinvoltura, ci dice questo, scoppiamo tutti a ridere. E anche lui. Anche se a pensarci bene c’è poco da

Continue Reading

Site Footer

Sliding Sidebar

About Us

About Us

Quattrocento anni nella vigna e una passione infinita per il vino. La storia della famiglia Armani e quella della viticoltura nella Valle dell’Adige, fra le province di Trento e Verona, procedono insieme, senza interruzione, da oltre 4 secoli. Oggi  “Albino Armani Viticoltori dal 1607” vuol dire territorio, anzi territori. La storica proprietà a Dolcè, in Valdadige, provincia di Verona, è affiancata da altre due tenute in Veneto: una a Marano nella Valpolicella Classica  e una in provincia di Treviso,  a San Polo di Piave, per la produzione di vini biodinamici, oltre alle due tenute in Trentino e Friuli. Le cinque cantine presidiano il territorio vinificando le uve dei vigneti circostanti. In ciascuna di esse il filo conduttore è un terroir capace di restituire ai vini i caratteri della zona di provenienza. Il quartier generale rimane a Dolcè, dove si può visitare anche la “Conservatoria” delle viti autoctone  in via di estinzione della Valdadige.