Qualità certificata DLG

  Dalla campagna alla bottiglia: un vino di qualità certificata. Confermata la bontà del processo di produzione dei nostri vini, sia in vigna che in cantina, da parte di una delle più autorevoli agenzie indipendenti internazionali, la tedesca DLG. Un risultato che premia i continui investimenti e la dedizione alla ricerca della nostra azienda, fatta di tecnici e di personale specializzato, sempre attento a seguire i protocolli che garantiscono la salubrità alimentare dei nostri prodotti. Documento

Certificazione, sicurezza e qualità

di Marco Campostrini – Dal 2009 la Cantina Vini Albino Armani è certificata IFS (Interational featured standards) e DLG Test Service. La certificazione DLG è valida solo ed esclusivamente per il mercato Tedesco, mentre la certificazione IFS è accreditata a livello internazionale. L’IFS e la DLG sono lo strumento sviluppato per verificare la competenza delle aziende in termini di sicurezza e qualità dei prodotti alimentari. L’IFS si basa sull’analisi del rischio. L’IFS e la DLG non richiedono alcuna procedura o

Continue Reading

All’estero vince la qualità

Rallenta l’export del vino italiano. Dopo il record raggiunto lo scorso anno con 23,5 milioni di ettolitri che hanno varcato la frontiera, nei primi tre mesi del 2102 questo mercato ha segnato una battuta d’arresto. E’ la tendenza evidenziata dal rapporto Ismea sui flussi trimestrali del vino nazionale. Il calo dei volumi, che su base annua viene calcolato in un – 8%, è comunque compensato da una crescita del 7% dei valori. A soffrire, in particolare, è il vino sfuso

Continue Reading

Site Footer

Sliding Sidebar

About Us

About Us

Quattrocento anni nella vigna e una passione infinita per il vino. La storia della famiglia Armani e quella della viticoltura nella Valle dell’Adige, fra le province di Trento e Verona, procedono insieme, senza interruzione, da oltre 4 secoli. Oggi  “Albino Armani Viticoltori dal 1607” vuol dire territorio, anzi territori. La storica proprietà a Dolcè, in Valdadige, provincia di Verona, è affiancata da altre due tenute in Veneto: una a Marano nella Valpolicella Classica  e una in provincia di Treviso,  a San Polo di Piave, per la produzione di vini biodinamici, oltre alle due tenute in Trentino e Friuli. Le cinque cantine presidiano il territorio vinificando le uve dei vigneti circostanti. In ciascuna di esse il filo conduttore è un terroir capace di restituire ai vini i caratteri della zona di provenienza. Il quartier generale rimane a Dolcè, dove si può visitare anche la “Conservatoria” delle viti autoctone  in via di estinzione della Valdadige.